QuestaèRoma compie 11 anni! 🎉🎈🥳

Per l’occasione abbiamo organizzato la re-inaugurazione del phonomuseum_rome, un’installazione sulle lingue estinte di Wissal Houbabi (con Ismael “Astri” Lo e Toi Giordani), prodotta dal Museo delle Civiltà, grazie al progetto Taking Care, come parte del Museo delle Opacità, il primo riallestimento critico delle collezioni dell’ex Museo Coloniale di Roma.

Sarà una serata dedicata alle influenze dei nostri antenati con tema e dresscode AFRO-FUTURISTICO: immaginiamo come tra 130 anni le nostre culture si saranno intrecciate e come le nostre identità saranno evolute!

Vi aspettiamo sabato 25 maggio dalle 15:00 alle 18:00 🌍 per esplorare insieme l’installazione del phonomuseum_rome.

A seguire musica dal vivo e cocktail di benvenuto per festeggiare!

Location: Museo delle Civiltà

Piazza Guglielmo Marconi, 14

🎯 Che cos’è il phonomuseum_rome:

phonomuseum_rome è un’opera multimediale che riflette sulla graduale estinzione delle lingue autoctone di popolazioni colonizzate. Sono lingue domestiche e di comunità, di prossimità, prevalentemente orali. Immaginiamo che nel 2152 – nel totalmente imprevedibile arco di 130 anni – sarà completamente estinto il concetto di lingue madri e si potrà fare solo esperienza delle “lingue padri”, intese come lingue di Stato, istituzionali, scritte e cristallizzate, burocratiche, ad alto valore economico e che, se non lo fossero state già in passato, hanno sicuramente una tendenza coloniale.

Il progetto è nato grazie alla collaborazione dell’associazione QuestaèRoma che ha impostato un lavoro di rete territoriale facendo da ponte con le comunità di Roma: ne sono gli esempi i laboratori di lingua tenutisi a ottobre in cui sono state tenute lezioni pubbliche di fonetica, grammatica, storia e linguistica degli idiomi più diffusi: wolof/pular, tashilhit, bengali, tigrinya.

Dopo un continuo lavoro di ricerca che ha visto la collaborazione delle Funzionarie responsabili delle collezioni coloniali e del team del Museo delle Civiltà, l’installazione ha preso vita a giugno 2023 come parte del nuovo percorso Museo delle Opacità dedicato alle collezioni dell’ex Museo coloniale. Il phonomuseum_rome ha preso la forma di un appartamento, abitato sia da oggetti esposti all’interno di teche e vetrine, sia da oggetti liberi, arredi e squarci di spazio domestico. Ma soprattutto, l’appartamento è abitato da voci spazializzate nelle varie stanze e sonorizzate, che si rincorrono narrando storie orali parzialmente comprensibili, frammentate: ultimi reperti di lingue orali estinte.

Info: questaeroma@gmail.com


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *