DONNE ATTRAVERSO IL MARE IL COLONIALISMO RACCONTATO DALLE FIGLIE DELLE FIGLIE

FOCUS dell’associazione LESCONFINATE (dedicati alla memoria di Lidia Curti)
 
                                                                           DONNE ATTRAVERSO IL MARE
                            IL COLONIALISMO RACCONTATO DALLE FIGLIE DELLE FIGLIE
 
Presso la Casa internazionale delle donne, sala Carla Lonzi
 
In collaborazione con QuestaéRoma, Dinamo press e Noi donne.
 
Sabato, 18 settembre ore 18:00 -20:30
 
Primo Focus
Decostruire l’ immaginario coloniale attraverso l’arte
Video presentati da autrici e autori in dialogo con Sara Raimondi e Nadia Pizzuti dell’associazione Lesconfinate
* “Irrespirabile. Diffrazioni d’Etiopia” di Valentina Lapolla (15′)
Un album fotografico appartenuto a uno zio dell’artista, soldato durante la guerra di Etiopia, diviene uno strumento alchemico che genera (a partire dal 2013) una serie di lavori (tra cui un video e una sequenza fotografica) ispirati ai gas tossici e asfissianti usati dall’esercito italiano nella guerra coloniale, e a altri dispositivi materiali e immateriali di creazione e strutturazione del potere, in un’oscillazione continua tra presente e passato.
 
* “Africa bianca” di Filippo Foscarini e Marta Violante (23′)
Mentre l’Italia ridisegnava i confini dell’Africa nord orientale, nelle scuole italiane i bambini seguivano con ammirazione le vicende del colonialismo italiano. Con un’accurata selezione di suoni e immagini dell’epoca, il film racconta l’invasione dell’Etiopia del 1936 attraverso i disegni sul quaderno di un piccolo balilla.
 
* Film breve “All’aldilàdiqua” di Alessandra Cianelli e Opher Thomson (30′)
Un lavoro che prende spunto dalla scomparsa del nonno dell’autrice in Libia e dalla Mostra
d’Oltremare di Napoli.
“Sono passati 80 anni dall’inaugurazione del complesso espositivo monumentale dell’Altrove
a Napoli, chiuso per guerra subito dopo. Una lettera di famiglia dà inizio al viaggio alla
ricerca di un nonno, scomparso oltremare, in quella guerra, nello stesso anno, a partire
dalle rovine sepolte dalla vegetazione della Mostra D’Oltremare, archivio nascosto, alla
luce del sole. Una missione spinta dalla meraviglia e dal desiderio, alle persistenti radici
culturali del pensiero coloniale occidentale.” (dal sito
https://ilpaesedelleterredoltremare.wordpress.com/)
 
* Documentario “Appuntamento ai marinai” di Ariam Tekle (Estratti)
Un documentario sociale che raccoglie le esperienze di Eritrei nati, o cresciuti, a Milano tra la fine degli anni ’70 e inizio degli anni ’80, una delle prime ‘Seconde Generazioni’ di immigrati in Italia che hanno preceduto quelle attuali. Presentato da Kwanza Musi Dos Santos, Associazione QuestaèRoma
 
 
Lunedì 27 settembre ore 18:00-21
Secondo Focus
Per decolonizzare musei toponomastica monumenti statue effigi narrazioni commemorazioni
Coordina QuestaéRoma
Interviene Luca Peretti, Dinamopress
Collettivo Tezeta , treck urbano “Italiani brava gente?” con interviste e video di passeggiate nel quartiere di Roma dove le vie si chiamano Asmara, Libia, Eritrea, Massaua. Per risignificare le strade, ricordare il nostro passato coloniale e raccontare il presente delle migrazioni (interventi e video)
Beatrice Falcuccì, Valeria Deplano, Monumenti, statue, musei: i lasciti materiali del colonialismo tra storia, restituzioni e nuove esperienze (interventi e immagini)
Jaxs, artista emergente italo-nigeriano, presenta le sue pitture artistiche che mescolano influenze futuristiche con quelle africane portando a Roma un nuovo concetto di arte afrofuturista
 
***In diretta Facebook dal profilo della Casa Internazionale delle Donne***
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *