Corso gratuito di Scrittura Collettiva

Sono aperte le iscrizioni per il nostro nuovo corso di Scrittura Collettiva, organizzato da QuestaèRoma in collaborazione con lo scrittore Italo -greco Filippo Kalomenìdis.

Il corso è rivolto a persone di origine straniera, persone di seconda generazione e italianə senza cittadinanza aderenti a QuestaèRoma.

Il corso avrà inizio a dicembre e terminerà nel mese di febbraio e le lezioni saranno registrate per poter permettere agli assenti di recuperarle. L’obiettivo di questo percorso di preparazione e di addestramento alla scrittura collettiva, intesa come Scrittura di Lotta, è individuare autrici e autori che vogliano aderire e che siano pronti per unirsi al secondo Progetto Letterario di Opera Comune che porterà la firma Collettivo Eutopia (unitamente a quelle delle/dei corsiste-autrici-corsisti autori coinvolti).

“Il tema del libro sarà scelto dai coordinatori del progetto editoriale (Filippo Kalomenìdis – scrittore e docente di scrittura, Silvia De Bernardinis – ricercatrice storica e traduttrice, Maria Elena Delia – attivista per i diritti umani, Samed Ismail – attivista dell’Associazione Sardegna-Palestina, Giancarlo Marino – scrittore, Alberto Gallo – scrittore) e dalle autrici e dagli autori che parteciperanno al corso.

Per iscriversi al corso, se si è esterni, basta pagare la quota associativa di 5€ e compilare il modulo di iscrizione all’associazione scrivendo a: questaeroma@gmail.com

Per i soci basta compilare il modulo al link: https://bit.ly/3ptUuZY

Scadenze iscrizioni: prorogate fino al 1 dicembre 
Vi aspettiamo numerosi!

Biografia di Filippo Kalomenìdis

Nato nel 1976, ha origini greche, sarde, georgiane, e turche. Scrittore e docente di scrittura, insegna al Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma. È stato docente di scrittura presso Bottega Finzioni a Bologna e lo I.A.D. di Bologna. Ha pubblicato nel 2021, La direzione è storta (Homo Scrivens editore). È fondatore del collettivo artistico e politico Eutopia con cui sta scrivendo, “Per tutte, per ciascuna” e “Per tutti, per ciascuno”, Storie di Donne e Uomini cancellati, di contemporanee vittime della damnatio memoriae.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *